mission

La sfida della società tecnologica

Ageing Tech intende superare l’attuale paradigma comunemente espresso con la formula “prendersi cura dell’anziano”, come se anziano fosse necessariamente ed unicamente sinonimo di PAZIENTE. Infatti, l’approccio prevalentemente clinico – sanitario, tipico della medicina e anche delle esperienze della telemedicina, trascura le potenzialità degli anziani, i loro desideri, i loro reali bisogni e li tratta unicamente come soggetti passivi. Gli anziani hanno bisogni specifici, come d’altronde qualunque altra categoria, ad esempio: i bambini, gli adolescenti, ma anche i giovani adulti per l’introduzione al lavoro, le persone mature per il sostegno o la formazione per la reintroduzione al lavoro, le donne in stato di gravidanza. Vogliamo approcciare i bisogni degli anziani in maniera ampia, riconoscendoli come soggetti sociali, portatori di diritti e di bisogni, superando lo stereotipo di paziente da curare, e approcciandoli come soggetti attivi cui offrire servizi innovativi per mantenerli o renderli attivi nella società.

In sintesi vogliamo creare le condizioni per offrire agli anziani la possibilità di scegliere di vivere la loro vita in maniera dignitosa e in modo appropriato all’età.